Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento della pagina acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Seguici su

Dimissioni - considerazione 2

CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DEL SINDACO E DELLA GIUNTA

Nel 2012 quando alle elezioni comunali tre nostri cittadini sono entrati in consiglio comunale con scarse conoscenze del mondo dei partiti e del funzionamento della “macchina istituzionale” in tutte le sue forme ci siamo però posti l’obbiettivo di non fermarci alla superficie ed entrare a indagare nel merito dei vari problemi. Così abbiamo fatto non accontentandoci delle parole dette , ma facendo faticosamente controinformazione , studiando i vari temi negli ordini del giorno delle commissioni, delle riunioni e …abbiamo imparato ! Già nel giugno 2012 quando è stato dichiarato il dissesto comunale da parte del sindaco ci è parso frettoloso , come una pietra tombale sul destino sociale di una città, una scelta forte, una condizione istituzionale non ripristinabile , ma ancora per un anno e mezzo abbiamo continuato a cercare tra le pieghe del vostro “fare” soluzioni alternative , strategie e modi di interpretare il bene comune dei cittadini. Siamo ormai ad ottobre 2013 e la Giunta Rossa non ha prodotto alcuna soluzione significativa per contenere gli effetti della crisi economica e sociale alessandrina , nessuna pianificazione di un agenda contenente passaggi definitivi e condivisi da mettere in atto per tentare di risanare i forti debiti, ragionando in termini di piano di sviluppo economico e di servizi sociali che è poi la ragione dell’istituzione comune.

Solo questua allo stato e governo delle monetine rimaste , niente altro per la trasformazione radicale del funzionamento delle partecipate e dei servizi che da loro dipendono (fondamentali come trasporti, raccolta e smaltimento rifiuti, ecc).Niente per il rilancio del commercio e del centro storico, per fermare giganti della distribuzione in arrivo ai confini della città, niente di concreto al di là delle rimostranze d’ufficio in tribunale , per la bonifica dell‘area Solvay di Spinetta. Niente per il rilancio della cultura e la riapertura del teatro e oggi persino la biblioteca è in difficoltà….Nessun coraggio sulla vicenda ponte Meier e il relativo P.I.S.U. , vicenda al limite del grottesco . Avete governato l’esistente perpetrando il passato da commercialisti , assistendo impassibili anche alle critiche mosse da sindacati e forze sociali e in modo timido pure dal vostro interno.

In questi 15/16 mesi il M5S dai banchi dell’opposizione attraverso i suoi consiglieri abbiamo fatto un lavoro certosino e puntuale di controllo , verifica e proposizione, anche con qualche errore di ingenuità ma mai per convenienza di gruppo , ma solo per immedesimarci nel ruolo di portavoce degli alessandrini . Quindi la commissione di inchiesta dell’AMAG con l’evidenza dei giochi fatti sulle spalle dei cittadini da parte dei partiti responsabili e con il silenzio complice di chi allora era all’opposizione . La battaglia avviata e conclusa per il Testamento Biologico. La lotta per difendere DAL PISU la cittadella e le zone interessate da uno stupido e cieco spreco di risorse. La proposta di referendum propositivi a quorum zero bocciata da voi. Le mille proposte per itinerari ciclopedonali, quelle per un maggior controllo sul caso Switch sulla bonifica dell’amianto, quella sulla assurda DERATTIZZAZIONE (per i modi), sulle proposte per la dotazione alla polizia urbana di sistemi efficienti di comunicazione (invece del rinnovo di contratti costosi e non adeguati all’uso), la mozione per avere una modifica agli studi di settore del comune in dissesto. Non ultima la consapevolezza dopo aver esaminato documenti e dichiarazioni che il dissesto era evitabile come formula giuridica e come abbiamo spiegato in varie interviste

Il metodo da voi adottato è inqualificabile perché alle parole spese in abbondanza non è seguito un reale atteggiamento di progettualità e soprattutto di condivisione con i cittadini, che nella globalità mai sono stati chiamati a condividere , discutere, proporre su aspetti della vita cittadina complessiva . La democrazia è solo ipocrisia delle parole se non è utilizzata nei fatti. Tutte le poche decisioni le avete prese nel chiuso delle vostre stanze come monarchi senza passione , da carbonari.

Tutti i problemi , certo non creati da voi, ma in cui il partito di riferimento principale è coinvolto almeno per aver omesso di opporsi, quando non li ha perseguiti (giunta Scagni), sono ad oggi peggiorati e non uno ha una soluzione anche se di prospettiva.

Pensiamo che il modo con cui gridate ai quattro venti che se la giunta cade e viene il commissario sarà peggio per tutti sia il vostro modo di frenare e rilanciare all’infinito la vostra mancanza di responsabilità condivisa e consapevole . Lo diciamo coscienti di un percorso che nell’immediato darà un freno a tutta l’attività comunale , ma forzatamente risanerà conti e darà alla politica la possibilità di iniziare un nuovo percorso progettuale su cui fondare l’amministrazione di una città in ginocchio. Il commissario non lo farà con questo criterio, non ne è tenuto, ma questa è solo una colpa in più vostra, di incapacità propositiva , nel non aver fatto quanto necessario, nel lasciare quando e se la giunta cadrà, il vuoto senza un riferimento possibile per ODL o altri.

Scegliamo la strada difficile ma l’unica utile a compensare la vostra insipienza politica e l’incapacità di governare gli interessi comuni dei cittadini di Alessandria ormai abituati a non partecipare, a fare da sé, in questa crisi sociale e reale del territorio. Ci siamo riuniti e ne abbiamo discusso il M5S di Alessandria chiede le dimissioni del sindaco e della giunta attuale , non per accodarci alle finte parole della minoranza capitanata da chi ha la principale responsabilità del dissesto, che cerca solo convenienze politiche , ma perché pensiamo sia l’unico modo decisivo per cambiare uno stallo amministrativo che dura da un anno e mezzo.

A testa alta affronteremo questo cambiamento se e quando verrà perché la nostra coerenza ha un valore e la comunicazione continua con la parte attiva della nostra cittadinanza ce lo impone concretamente.

Il M5S di Alessandria  

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)
Avvertenze Avvertenze da leggere prima di intervenire
  • Ronoccusy

    24-10-2017 19:56:54

    Precio Levitra Bucodispersable [url=http://leviprices.com]levitra for sale[/url] Cheap Accutane Online No Prescription

    Rispondi

Scrivi un commento...

Movimento 5 Stelle Alessandria - e-mail: staff@alessandria5stelle.it telefono: +39 3317007970 (scrivici un sms per essere ricontattato)