AMBIENTE

AMBIENTE

Dettagli Programma

AZIONI A BREVE TERMINE

Terra:

  • Osservatorio Epidemiologico Fraschetta.
  • Tavolo permanente con aziende a rischio di incidente rilevante – Piano di sicurezza/verifica bonifiche.
  • Contatto permanente con l’Università
  • Blocco autorizzazioni nuove cave.
  • Opposizione ai conferimenti terzo valico / Analisi approfondita cave utilizzate.
  • Verifiche livelli PFOA e Cromo esavalente sul territorio comunale
  • Piano per l’innalzamento dei livelli di raccolta differenziata per rispettare realmente il 70% entro il 2020.
  • Lotta agli OGM, all’uso di diserbanti ed eccessiva chimica sui terreni agricoli comunali.
  • Potenziamento Orti Urbani
  • Ripianificazione Verde urbano

Acqua:

  • Monitoraggio Acque potabili al pozzo e al rubinetto
  • Supporto al monitoraggio pozzi privati
  • Adesione protocollo 25 sindaci per la protezione della falda
  • Piano di messa in sicurezza del nodo idraulico del comune di Alessandria (aree esondazione controllata), ricerca fondi nazionali.

Aria:

  • Pianificazione e reperimento fondi per la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici.
  • Potenziamento sportello comunale amianto.
  • Rete di monitoraggio low-cost qualità dell’aria.
  • Disincentivazione camini, stufe a legna e a pellet.
  • Implementazione Piano Urbano Mobilità Sostenibile.
  • Superamento protocolli regionali qualità dell’aria.

Energia:

  • Aggiornamento del PAES.
  • Deburocratizzazione installazione di impianti rinnovabili sugli edifici esistenti.
  • Rafforzamento Consulta associazioni ambientaliste e protezione civile.
  • Sfruttamento bandi europei su azioni urbane innovative.
  • Promozione dell’educazione ambientale nelle scuole con focus Cibo, Rifiuti e Differenziata.

 

LE AZIONI A LUNGO TERMINE

  • Forme di incentivazione alla rimozione dell’amianto negli edifici privati.
  • Fondo di garanzia per la realizzazione di progetti di risparmio energetico negli edifici privati.
  • Incentivi all’installazione di sistemi ad energie rinnovabili sugli edifici esistenti.
  • Riduzione quota rifiuti provenienti da altri ambiti territoriali, nelle discariche ARAL.
  • Tariffazione puntuale rifiuti, che incentivi la differenziata spinta e progetto “rifiuti zero” (compostaggio domestico, incentivazione della vendita prodotti sfusi, pannolini lavabili, riduzione spreco di cibo).
  • Predisposizione piano di lungo periodo per la sostituzione delle condutture acqua in cemento amianto e messa a norma del sistema fognario anche nei sobborghi.
  • Mappatura termografica comunale delle dispersioni termiche degli edifici di Alessandria.