CULTURA

CULTURA

Dettagli Programma

LE AZIONI A BREVE TERMINE

  • Favorire la costituzione di una rete di collaborazioni tra le Istituzioni comunali, l’Università, le Associazioni Culturali, il terzo settore, i privati e il mondo della Scuola per rafforzare la competitività dei settori culturali, al fine di promuovere una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. La costruzione di una rete virtuosa deve favorire un progetto di ampio respiro per la città con l’obiettivo di programmare iniziative culturali da poter finanziare con l’aiuto di risorse nazionali ed europee, come quelle previste da “Europa Creativa” (programma europeo di sostegno per i settori culturali per il periodo 2014-2020).
  • Valorizzare gli spazi espositivi pubblici attraverso il coinvolgimento sia di artisti locali, sia di giovani creativi.
  • Promozione ed ampliamento dell’offerta teatrale per i ragazzi.
  • Sostenere manifestazioni che hanno già una fama internazionale e al contempo promuovere la progettazione di premi selettivi, anche simbolici, con l’aiuto delle risorse locali, per esempio in campo musicale (concorsi/concerti/festival), letterario (libri/poesie/incontri) e scientifico (pubblicazioni/divulgazione scoperte), teatrale e cinematografico.
  • Potenziamento del sistema bibliotecario cittadino e ampliamento dell’orario di apertura.
  • Incremento e rinnovo dei PC a disposizione dei fruitori della biblioteca (incentivando le donazioni di apparecchi dismessi ma non obsoleti dei privati).
  • Digitalizzazione e pubblicazione di documenti rari o di particolare pregio presenti in catalogo attraverso piattaforme regionali e nazionali già disponibili.

 

LE AZIONI A LUNGO TERMINE

  • Individuare e allestire spazi dove poter organizzare conferenze e congressi, incontri musicali, proiezioni ed eventi culturali in genere, gratuiti, anche nelle ore serali e favorirne la diffusione nei sobborghi.
  • Migliorare le condizioni che possano favorire scambi culturali con l’Estero nei diversi settori, come quello della ricerca scientifica, della formazione scolastica o culturale in genere come quella musicale, valorizzando le risorse locali già presenti quali l’Università e il Conservatorio.
  • Sostenere le produzioni cinematografiche e televisive che scelgono Alessandria, attraverso facilitazioni amministrative e altre incentivazioni.
  • Favorire la progettazione di eventi culturali per promuovere la cultura ambientale L’educazione ambientale deve coinvolgere l’Università e l’Orto Botanico, oltre che altri Enti e organizzazioni che nel territorio si occupano della tutela ambientale come il Servizio Sanitario e ARPA.
  • Attuare quanto previsto dalla normativa per diffondere una migliore e più attenta cultura ambientale piantando almeno un albero per ogni nuovo nato.

 

Cittadella e Forti Esterni (Bormida, Acqui e Ferrovia)

  • Valutare progetti organici per consentire la continuazione dei lavori di restauro e l’insediamento di attività prevalentemente culturali. L’idea è quella di non far diventare la fortezza solo un museo che difficilmente riuscirebbe a sostenerne i costi di gestione, ma un polo di ricerca scientifica e culturale anche grazie alla collaborazione con l’Università e di altri attori pubblici e privati.

Progetto San Francesco

  • Intervento di riqualificazione del centro cittadino mediante lo spostamento, in accordo con l’Università, del polo biblioteca-museo-pinacoteca nell’ex-ospedale militare. Si otterrebbe così una sede adeguata e più funzionale al sistema bibliotecario e al contempo si potrebbe destinare l’attuale sede della biblioteca agli uffici comunali ora dislocati nel Palazzo Cuttica e nella Villetta Guerci. Inoltre diventerebbero finalmente fruibili al pubblico le opere giacenti nei depositi della biblioteca e Palazzo Cuttica potrebbe essere completamente destinato al Conservatorio.

Teatro comunale

  • Reperimento di fondi per il suo completo riallestimento e mantenimento della sua destinazione culturale.
  • Coinvolgimento dei privati nella gestione ma con un precipuo indirizzo pubblico per la programmazione teatrale e cinematografica e favorendo, per questo scopo, la costituzione di un tavolo di lavoro con la collaborazione di tutte le compagnie teatrali presenti in Provincia.